+39 0418878114    info@macacoadventures.com
"Denunzie Segrete": Leggi Il Mistero Nascosto Tra Le Calli Veneziane
24620
post-template-default,single,single-post,postid-24620,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.0.2,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0,vc_responsive

COSA VEDERE A VENEZIA…UNA BOCCA PER DENUNCIARE IL TUO ACERRIMO NEMICO!

Se state passeggiando per le strade di Venezia o Verona, non è strano imbattersi in alcune strane facce che sporgono dai muri, con larghe bocche spalancate… Non sempre si notano, un po’ nascoste e facili da confondere con un bassorilievo qualunque (dei quali entrambe le città sono disseminate!)

Non si tratta di comuni elementi decorativi né originali simboli appartenuti a qualche famiglia nobile.

La caratteristica che le contraddistingue è un’espressione severa, talvolta intimorente, ed un’ampia fessura al posto della bocca, che serviva – come ci spiegano solitamente le iscrizioni presenti – per inserire delle denunce da parte dei cittadini.

Queste atipiche “cassette postali” rivolte alla magistratura della città erano infatti denominate Boche per le Denunzie Segrete, o in veneziano “Boche de leòn”, poiché spesso scolpite a mo’ di testa leonina, con fauci digrignate.

Certo la denuncia, seppur legittima, doveva essere supportata da qualche prova evidente: non poteva perciò essere anonima, ma doveva avere almeno il supporto e la conferma di almeno tre testimoni per poter esser presa in considerazione dai giudici.

Le denunce potevano inoltre essere rivolte a vari tipi di reati – dall’evasione fiscale, al contrabbando, al più grave: il tradimento di stato!

Attualmente le “bocche per le denunzie” rimangono delle affascinanti testimonianze della vita nell’Italia 300esca, ed ai nostri occhi degli spunti interessanti per costruire giochi di squadra e teambuilding!

Un’idea? Se viaggiate in gruppo a Venezia, fate una tappa alla chiesa di S. Maria della Visitazione alle Zattere, nel Sestiere di Dorsoduro: vi troverete davanti ad un volto dalla fronte corrugata e la bocca spalancata riportante l’iscrizione “DENUNCIE CONTRA LA SANITÁ PER EL SESTIER DE OSSO DURO”.

Se invece vi trovate per il centro di Verona, guardatevi bene attorno quando passate per Piazza dei Signori…in via Dante Alighieri si trova una bocca per le denunce “CONTRO USURARI”.

Un suggerimento per animare il vostro viaggio in gruppo e lo spirito di squadra: dividetevi in gruppi e stabilite assieme il crimine da denunciare. Scrivete la vostra accusa su un pezzo di carta (non dimenticate i dettagli ed i testimoni!). Stabilite poi una figura di giudice imparziale che varerà la fondatezza delle accuse mosse…

Gaia Franzoso



We use cookies to enhance your experience on our website. By continuing to use our website, you are agreeing to our use of cookies. more info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi